Spettacolo teatrale registrato presso il Teatro San Salvatore di Bologna il 9 Giugno 2009


Il "Processo a Federico Fellini" fa parte di un ciclo di "Processi ai grandi geni artistici" che l'Associazione Mondotre ha ideato ed allestito in forma di spettacoli teatrali, durante i quali un personaggio controverso viene immaginariamente processato per le proprie idee, le opere, le rivoluzioni artistiche che ha introdotto, e per gli effetti che queste hanno generato nei suoi contemporanei e nelle generazioni successive. Lo spettacolo si snoda in un susseguirsi di arringhe accusatorie e difensive, sostenute dall'imputato e da un pubblico ministero, e scandite dagli interventi del giudice e di una voce narrante che ricostruisce per gli spettatori la vita privata e pubblica del personaggio in esame.


Vincitore di ben 5 premi oscar, dopo gli inizi come sceneggiatore neorealista, si afferma come il regista che introduce nel cinema una poetica basata sull'iperbole onirica e visionaria, con cui introduce nell'immaginario collettivo simboli, personaggi e frasi che sono irremovibilmente depositati nella coscienza collettiva. Alterna film di largo richiamo (i vitelloni, la dolce vita, amarcord, 8 e 1/2, la strada) che vengono consacrati dal successo internazionale, ad altri più complessi, dai costi di produzione stratosferici, che non raccolgono gli stessi consensi. Spesso usa il cinema come un diario autobiografico introspettivo in cui riversa i propri sogni e i desideri inconsci, filtrando la memoria del passato e le profonde depressioni che lo accompagnano per molti anni influenzando la sua poetica. Fortemente criticato dagli ambienti cattolici per i film degli anni '60, additati come responsabili della caduta dei valori morali, detestato dai produttori per la sua infinita megalomania, con molti dei suoi film ha spaccato il pubblico tra ammiratori devoti e detrattori intolleranti o annoiati. A 50 anni esatti dall'uscita de "La dolce vita", il suo film-capolavoro, il Teatro Filosofico di Mondotre porta sul banco degli imputati il regista più premiato del mondo per comprenderne e valutarne i limiti e la grandezza.



Voce narrante: Roy Menarini
Giudice: Matteo Mugnani
Accusa:
Ivo Germano
Difesa: Vittorio Riguzzi

Musiche: Enzo Balestrazzi
Regia: Vittorio Riguzzi

Contatti:
segreteria MondoSole: +39.0541.718283 (lunedì - venerdì, 10 - 13)
posta: Via Sigismondo 38, 47921, Rimini, IT
e-mail Dott. Mugnani: mm@matteomugnani.com
e-mail centro MondoSole: centro@mondosole.com (per informazioni e appuntamenti)
cellulare: +39.347.4755347