Il "Processo a Lewis Carroll" fa parte di un ciclo di "Processi ai grandi pensatori e ai filosofi" che l'Associazione Mondotre ha ideato ed allestito in forma di spettacoli teatrali, durante i quali un personaggio controverso viene immaginariamente processato per le proprie idee, il proprio sistema di pensiero, per le rivoluzioni concettuali che ha introdotto, e per gli effetti che queste hanno generato nei suoi contemporanei e nelle generazioni successive. Lo spettacolo si snoda in un susseguirsi di arringhe accusatorie e difensive, sostenute dall'imputato e da un pubblico ministero, e scandite dagli interventi del giudice del processo e di una voce narrante che ricostruisce per gli spettatori la vita privata e professionale del pensatore in esame.





Spettacolo teatrale inserito nel cartellone del "Festival della Filosofia" di Modena 2008
Registrato in Piazzale Avanzini - Sassuolo (Modena) il 19 settembre 2008


Lewis Carroll è uno degli scrittori di favole che più ha influenzato l'immaginazione e la cultura dell'età evolutiva dalla seconda metà dell'800 ad oggi. Tradotti e pubblicati nel 90% delle lingue del mondo, i due racconti di Alice (Nel paese delle meraviglie e Attraverso lo specchio) sono un condensato impressionante di giochi di parole, enigmi, palindromi, quesiti e problemi matematici che hanno certamente cambiato la concezione della psicologia infantile e il modo di raccontare ai bambini il mondo della fantasia.
Nel mondo di Alice le cose, gli animali, i personaggi in genere, come anche i numeri, le forme, le situazioni non hanno un'organizzazione logica, ma sono frammenti di sequenze che vivono slegati da ordini di senso compiuto, non vincolati a nomi o significati definitivi. Il paradosso è il vero demone della mente di Carroll: ad esso conseguono la curiosità e la paura, l'euforia e l'ansia, la percezione della bellezza e il senso del tragico.
Chi era dunque Lewis Carroll? Un sadico arrovellatore dei sentimenti disarmati dei bambini? La voce più autentica di una modernità basata sul connubio tra psiche e techne? Un inguaribile bambino egli stesso?
Matematico, erudito, fotografo eccellente, docente universitario, in Carroll stesso risiede l'enigma più profondo delle sue favole. E la risposta al quesito se egli abbia culturalmente contribuito ad alimentare le inquietudini dell'infanzia o ne abbia legittimato l'intima aspirazione ad una libera significazione del mondo. Tra i capi di imputazione l'esaltazione del mondo immaginario a discapito del reale, creando una politica dell'allontanamento dalla realtà delle cose.



Voce Narrante e Giuduce:
Vittorio Riguzzi
Pubblico Ministero: Matteo Mugnani
Difesa: Ivo Germano

Commento musicale: Enzo Balestrazzi
Regia: Vittorio Riguzzi



Contatti:
segreteria MondoSole: +39.0541.718283 (lunedì - venerdì, 10 - 13)
posta: Via Sigismondo 38, 47921, Rimini, IT
e-mail Dott. Mugnani: mm@matteomugnani.com
e-mail centro MondoSole: centro@mondosole.com (per informazioni e appuntamenti)
cellulare: +39.347.4755347